domenica 1 settembre 2013

Cosa non si fa per i figli

Se avessi avuto una figlia femmina probabilmente starei ricamando scarpette da ballo e fiorellini, ma ho avuto un figlio maschio appassionato di Lego e Guerre Stellari.
Eccomi quindi a preparare sacchetti colorati personalizzati dove mettere i modelli Lego da portare in esposizione, ognuno con la propria etichetta con il nome a punto scritto.
Quelli che vedete sono solo gli ultimi fatti, ne ho già cuciti un buon numero, ma con qualche pezzo di stoffa e un po' di fantasia abbiamo risolto il problema organizzativo di portare in giro parecchi modelli per volta: ogni pezzo ha il suo sacchetto e la sua posizione in una scatola, nulla si rompe, non si perde nessuno dei pezzetti che normalmente si staccano durante il trasporto e riempire le scatole e svuotarle al ritorno è diventato pratico e veloce.
E mettiamoci pure la divertita curiosità delle persone, espositori e non, quando ti vedono togliere i Lego dai sacchetti; magari qualcuno ridacchia pure, quando però tu in mezz'ora hai imballato tutto e stai partendo e loro sono ancora a metà lavoro, bè non ridacchiano più molto, anzi la volta successiva chissà come mai hanno pure loro scopiazzato la tua idea :-)))