martedì 28 febbraio 2012

Cerchi e uncinetto


Se la smetto di ammalarmi, forse riesco a combinare qualcosa di buono: per 3 giorni felici in montagna è bastato un giorno freddo in ufficio per farmi venire un potente raffreddore come non vedevo da tempo.
Per intanto vi mostro uno dei miei lavori dei "15 minuti mattutini di creatività prima di andare al lavoro".
Mi piacciono questi cerchi da appendere alle finestre, quando vado in Alto Adige o nei paesini della Baviera ne trovi a tutte le finestre e sono una meraviglia; nella mia casa, oltre a decorare le mie finestre dalle tende piccole, evitano che gli uccellini vedendo il cielo si schiantano contro i vetri.

sabato 25 febbraio 2012

Acquisti vacanzieri


I miei due uomini si sono dati da fare sulle piste, dall'apertura degli impianti fino a fine giornata non si sono concessi un attimo di pausa, erano solo 2 giorni ma li hanno fatti fruttare alla grande fra piste, snow park dove fare i salti e il bel giro del Sella Ronda.
E mentre io aspettavo, nel mio girovagare ho trovato un piccolo centro commerciale con un reparto fornitissimo di stoffe: ecco cosa ho acquistato, sempre naturalmente all'insegna del risparmio, ma anche all'insegna dei mille progetti che mi venivano in mente man mano che vedevo le stoffe ... chissà se riuscirò a portare a termine tutto quello che mi è venuto in mente!!


Ho trovato anche le stoffe per le tende di casa, un sogno di voile con tante leggerissime margherite da abbinare a tre tipi di cotonine in tinta, la misura perfetta per fare quelle piccole tende che a me piacciono tantissimo .... peccato fossero stoffe da ordinare e io non avessi il tempo necessario .... ma mio marito dovrebbe andare a Cavalese per lavoro .... potrei andare con lui .... ordinare .... e con la scusa dover tornare: io a ritirare la stoffa, loro due a sciare .... vediamo se si può fare .....

giovedì 23 febbraio 2012

Vacanza mini mini

Reduci da un periodo di salute ai minimi termini, abbiamo sfruttato il carnevale per scappare un paio di giorni e rilassarci fra la neve. 

Sci a go-go per i miei due uomini, giornate divise fra passeggiate, cioccolata calda in pasticceria, un po' di shopping alla ricerca di stoffe per me.

Pozza di Fassa fra neve, silenzio, risa di bimbi sulla neve, un corvo che ti si avvicina come chiedendo una briciola del tuo pane, questo il mio meraviglioso carnevale.


martedì 21 febbraio 2012

Gli occhi di Venezia

Gli occhi di Venezia, ultima fatica letteraria dello storico Alessandro Barbero, romanzo avvincente, in cui trovi amore e avventura, buoni e cattivi, terre lontane con i loro misteri, il tutto raccontato in maniera vivace e interessante, mai banale, sempre attento alla veridicità del quadro storico.
Venezia, fine del cinquecento.
L'autore, raccontando la storia di Bianca e Michele, giovani sposi, ci descrive la società del tempo con grande competenza storica, dove la Serenissima osserva, ascolta e condanna, anche e spesso ingiustamente, il doge usa il pugno di ferro, il Sant'Uffizio sospetta di tutto e di tutti, la vita è durissima per la gente comune.
Accompagnando Michele, costretto a scappare furtivamente per un'accusa infondata, conosceremo la vita in mare, fatta della fatica dei rematori delle galere, di pirati ma anche di porti e genti nuove e sconosciute; mentre restando a Venezia con Bianca, conosceremo la forza di una giovane donna costretta ad affrontare con coraggio l'estrema povertà con tutti i suoi problemi di sopravvivenza.
Molto simile nella storia ai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, secondo me è raccontato in modo molto più moderno, con i due protagonisti decisamente meno ingenui.

domenica 19 febbraio 2012

Sal smaltimento ricamabili


Passano i giorni e io stavo dimenticando di postare la mia tappa del sal smaltimento ricamabili di Vale - Lost in cros stitch.
Ecco tre piccole bavaglie dedicate ad un cucciolo che nascerà ad aprile.
Per la prossima tappa, prevista per fine mese, ho per le mani un asciugapiatti blu in spugna con disegni tirolesi, devo solo decidere cosa ricamarci.

venerdì 17 febbraio 2012

Sal Voices of the sheperd

Prima tappa del sal di Anto - Fare e disfare con lo schema Voice of the sheperd di Told in a garden.
Non sono riuscita a finire tutta la tappa, sono circa a metà del ricamo, ma con la prossima tappa, che è piccola, conto di mettermi in pari. Devo dire che come inizio è stato un po' laborioso visti i continui cambi di colore richiesti in questo rametto, ma mi piace il risultato e sono già preparata per il rametto che starà di fronte, ma Anto dice che sarà avanti, molto avanti.
Di certo è che sostituirò la scritta "voice of the sheperd", devo ancora decidere se sostituirla con "welcome" o "Home sweet home".
Ricamo su lino 11 fili color greggio di F.lli Graziano.


mercoledì 15 febbraio 2012

Sal Family Sampler di LHN - 10

Questa la mia tappa nr. 10 del Sal Family Sampler LHN organizzato da Valentina - Lost in cross stitch.
Ho variato il colore dei fiorellini delle fragoline, in bianco erano proprio invisibili sul lino chiaro utilizzato, quindi ho optato per un azzurro molto tenue.
Ormai manca poco alla fine anche di questo sal, davvero peccato, è un ricamo che mi è quasi scivolato fra le mani senza fatica (a  parte forse la tappa con l'alberello a destra della casa che mi ha fatto tribolare non poco) ed è bellissimo vedere le varie personalizzazioni su uno stesso ricamo.
Altra particolarità di questo sal è stato il mio dimenticare sempre qualcosa, ad ogni tappa è stato un fiore, una foglia, in questa tappa è la grechina sotto le fragole, nonostante il mio segnare tutto e la mia organizzazione  stavolta ne ho combinate un bel pò .... fortuna che sono solo piccole cose subito rimediabili.

martedì 14 febbraio 2012

Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo

Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle, gentiluomo è scritto dallo storico Alessandro Barbero, vincitore con questo libro del Premio Strega 1996
L'autore, che collabora da alcuni anni anche alla trasmissione SuperQuark di Piero Angela, è storico e divulgatore capace di attirare e mantenere l'attenzione del pubblico su qualsiasi argomento storico si stia trattando, grazie ad un eloquio piacevole e interessante che fa ascoltare, e soprattutto ricordare, senza fatica.
Anno 1806, Mr. Pyle è un giovane gentiluomo americano, inviato nel regno di Prussia a cercare di capire un po' cosa sta succedendo in un'Europa assolutamente instabile dove Napoleone, ormai imperatore, sembra volersi mangiare tutto e tutti, la Prussia che trama con tutti alle spalle di tutti, mentre gli inglesi furiosi non riescono a capirci nulla, ed ecco allora che il governo americano decide di inviare un giovane gentiluomo a cercare di capirci qualcosa, una spia trasvestita da diplomatico inviata presso le corti europee.   
Questo è il suo diario, dove annotando fedelmente ogni giorno tutto quanto gli succede ti permette di viaggiare con lui nel mondo di quasi due secoli fa. E ti ritrovi al cospetto del re e della sua corte, fra comandanti e soldati, fra i nobili e i loro pettegolezzi e le loro frivolezze, ma anche sulla strada fra osterie, contadini e ragazze dai facili costumi; non manca nemmeno l'avventura, di cui avrebbe volentieri fatto a meno, di ritrovarsi sul campo della battaglia di Auerstedt, preso fra i due eserciti, completamente solo, cercando di uscirne integro.  
Ritratto di un periodo e dei suoi protagonisti, da parte di un osservatore esterno, a volte antipatico e pure un po' razzista, ma fedele nel suo riportare per iscritto ogni attimo della sua giornata.
Il libro, non di facile lettura ma sicuramente molto interessante a livello storico, è scritto con una lingua italiana di oggi ma con la pedanteria nei dettagli, il modo di esprimersi e di pensare propri del periodo descritto.

domenica 12 febbraio 2012

Six fat men


Sto facendo lo slalom fra la mia cervicale impazzita e qualche altro intoppo di salute, sono stata costretta a rallentare non poco la mia attività di ricamatrice, nonchè a rimanere indietro con le mail delle amiche, con i conti di casa, con l'ufficio del marito, insomma ho accumulato un notevole ritardo un po' in tutto.
Vediamo se adesso posso finalmente dirmi fuori dagli intoppi e riprendere i miei ritmi di ricamo.
Fra un paletto e l'altro del mio slalom personale, sono però riuscita a ricamare qualcosina, ovvero un altro piccolo cicciottoso amico in bianco, l'omino di neve numero tre dei Six fat men, sono a metà strada del mio ricamo di Lizzie Kate.

martedì 7 febbraio 2012

Premio

Agapanto - Ali alla fantasia mi ha donato questo premio per
"non un blog monografico ma un di tutto un po', così com'è la vita di ogni giorno, un insieme di allegria, tristezza, lavoro, riposo, emozioni, pensieri, creatività..."
La ringrazio per aver pensato a me, è davvero gratificante. Adesso dovrei raccontarvi qualcosa di me in 7 punti, allora cosa posso dirvi?

1- che sono testarda e terribilmente indipendente, dover dipendere da qualcuno per me è una sofferenza, lo faccio, ma è un grande sacrificio;
2- adoro Monaco di Baviera, se potessi mi trasferirei immediatamente li, mi piace talmente che la conosco meglio di Brescia o Trento, ci arrivo in macchina, parcheggio ed è come se fossi li tutti i giorni;
3- sono piuttosto riservata e ho poche amiche, come dice mio figlio sono in grado di parlare anche con i pali della luce, ma la mia amicizia, quella con la A maiuscola, è davvero per poche persone;
4- amo la musica che accompagna ogni attimo della mia vita, sono felicissima di aver ricominciato ad andare ai concerti che adoro e poterci andarci con mio figlio non ha prezzo;
5- non amo praticare sport, anche se lo guardo molto volentieri in televisione,  mi piace la bici d'estate, mi piacciono i sentieri di montagna, ma per puro divertimento, altrimenti preferisco lasciarmi prendere dalla mia pigrizia senza rimpianto alcuno;
6- non credo nel superenalotto, nei concorsi e quant'altro del genere, mi piacerebbe vincere qualcosa per poter finire la mia casa, ma resto convinta che la nostra fortuna siamo noi e, vista la fatica che devo fare per guadagnarmi lo stipendio, non mi va di buttare tanta fatica inutilmente;
7- ultimo, ma forse primo di tutti, amo sorridere, per me il sorriso in una persona è tutto, è lo specchio della sua anima, e io cerco sempre di sorridere, in ufficio, a casa, al supermercato, in mezzo alla gente, vuoi mettere un buongiorno detto con un bel sorriso? Se vogliamo girare la cosa, si può anche dire che un sorriso fa bene contro le rughe e, questo testato personalmente, ti fa ottenere molto più che qualsiasi altro atteggiamento.

Poi dovrei passare il premio ad altri 15 blog che ritengo interessanti, io ho una lunghissima lista di blog in cui gironzolo e sono tutti bellissimi, quindi lo passo virtualmente a tutti loro.

lunedì 6 febbraio 2012

Six fat men



Secondo omino di neve di Lizzie Kate,  omini di neve sempre cicciottosi e simpaticissimi!!!
Ricamati su lino 13 fili color naturale con fili d'oro di F.lli Graziano sono davvero facili e veloci da ricamare, e per fortuna visto che devo ancora confrontarmi con qualche problema di cervicale.
Un po' meno semplice da lavorare il lino che non essendo molto regolare mi costringe ogni tanto a disfare perchè ho preso 3 fili anzichè 2, resta comunque un ricamo assolutamente piacevole.

sabato 4 febbraio 2012

Non fare del bene

Perchè io lo dimentico sempre
E ogni volta io ci casco e poi ci rimango malissimo
Ma così sembra che vada il mondo
Riuscirò mai a farci l'abitudine?


Schema creato da me e ricamato su lino 13 fili giallo paglia con matassine DMC nella sfumatura 3814

giovedì 2 febbraio 2012

Six fat men

C'è sempre una prima volta, anche per ricamare Lizzie Kate e infatti questo è il primo ricamo che faccio di questa designer.
Ho pensato di inziare con il Flip It Six fat men, questi omini di neve sono davvero troppo carini e simpatici per non averli come compagni in giro per casa.
Li sto ricamando tutti assieme su lino 13 fili color naturale con fili d'oro di F.lli Graziano e mi piacerebbe, se trovo l'imbottitura adatta, farne un cuscino da stringere d'inverno e in cui trovare un fresco ristoro nelle calde estati.

mercoledì 1 febbraio 2012

Sal Spices & Herbs di JJ

Fermata per una settimana da un attacco di cervicale abbastanza violento che mi ha costretta a casa, ho pensato bene di riprendermi dedicandomi ad uno dei miei autori di schemi preferito, ovvero Jeremiah Junction.
Questa è la prima tappa del sal JJ di quest'anno, dodici tappe da passare insieme alle mie compagne: Lo - Le pagine di Lo e Serena - Epomao.
Dodici tappe che mi permetteranno di passare un altro anno in buona compagnia e di avere un altro quadro, stavolta in verticale, da aggiungere alla mia parete JJ.