mercoledì 18 aprile 2012

Lepanto - La battaglia dei tre imperi

Ebbene si, non ce l'ho fatta a non leggere un altro libro di Alessandro Barbero, ma lo trovo scrittore alquanto interessante.
Lepanto, la battaglia dei tre imperi è soprattutto un saggio storico, non è semplice da leggere e non ha la scorrevolezza della narrativa, ma è un grande libro perchè non ce la fai a smettere di leggerlo, in effetti direi uno studio di una delle battaglie più famose e più scritte.
Battaglia disputata nel 1571 nel golfo di Patrasso fra l'impero ottomano da una parte e la Lega formata da veneziani, stato pontificio, spagnoli dall'altra, è sempre stata considerata quasi una battaglia finale fra oriente e occidente, leggendo questo libro si scopre che questa battaglia è uno dei tanti incontri/scontri politici ed economici avvenuti fra i due mondi, di sicuro non è stata la soluzione di tutti i conflitti.
Qui non si trova di sicuro Europa contro Asia, nemmeno una guerra di religione fra Islam e Cattolicesimo, ma uno studio rigoroso su quanto è stato messo in campo, non solo la storia di una battaglia, ma anche ciò che ha portato a questa battaglia, il lento e faticoso percorso durato quasi due anni che ha portato le due flotte allo scontro.
Ed è anche storia politica fra Venezia, Stato Pontificio e Spagna - e qui ti accorgi che 1500 o 2012 la politica è purtroppo sempre la stessa ignobile cosa -  intrighi, miserie, trattative sottobanco e quant'altro per poter spuntare il meglio, per avere di più con o senza meriti, per potersi considerare comunque il "capo" della flotta.
Finalmente anche un libro che tratta una storia non dalla parte del vincitore o del vinto, ma semplicemente ognuna delle due parti ha il suo spazio, ha la sua disamina il più obbiettiva possibile di ciò che ha fatto, di ciò che ha vissuto.
Un libro assolutamente consigliato a chi ama la storia.

1 commento:

Faby ha detto...

Sai Margherita è un libro che avrei desiderato acquistare, anche ieri sono stata in libreria e l'ho visto ma poi non so perchè mi sono fatta spaventare dalla serietà dell'argomento!!!
Tu invece dici che vale la pena leggerlo?
Grazie dei consigli letterari sempre piacevoli Faby