giovedì 26 gennaio 2012

Player One

Player One, titolo originale Ready Player One ovvero la scritta che dava inizio al gioco nei videogame degli anni 80, di Ernest Cline.
Siamo nel 2040, la terra è devastata dall'inquinamento, il petrolio è finito, la crisi economica è ormai infinita, le città sono sempre più vuote data la violenza esistente e il costo proibitivo per viverci. La gente non può fare altro che rintanarsi in Oasis, una realtà virtuale fatta di un vero e proprio universo con settori, pianeti, regole, magie, ma anche scuole, luoghi d'incontro, servizi, insomma si vive quasi esclusivamente con visori e guanti immersi in questo mondo irreale pur di sfuggire alla bruttezza della realtà.
Alla sua morte, il fondatore di Oasis lancia una caccia al tesoro aperta a chiunque per trovare l'Easter Egg che permetterà al vincitore di ereditare tutto il suo patrimonio oltre a divenire il nuovo gestore di Oasis. 
Partendo da un ragazzino sfigato ma molto sveglio, da amici trovati in Oasis e naturalmente dal cattivo di turno che fa capo ad una spietata multinazionale, si dipanerà una caccia al tesoro fra tranelli e colpi di scena, invidie e amori, amicizie e indifferenza, attraverso mille riferimenti all'immaginario pop degli anni 80. 
E' un libro semplice, senza virtuosismi letterari, però è scorrevole, piacevole e la trama è interessante al punto che “devi” sapere come andrà avanti, non riesci a smettere, e ciò non è poco se si parla di un libro di oltre 600 pagine.
E' un romanzo per chi ha vissuto gli anni 80 con l'arrivo dei videogiochi, le sue musiche, i film e i telefilm; se gli anni 80 non li avete vissuti, in queste pagine potrete trovare tutto un mondo da scoprire.

1 commento:

MaryGi ha detto...

deve essere davvero avvincente, dalla trama molto interessante...
MGrazia