venerdì 30 settembre 2011

Sal Prairie Schooler

Tappa di agosto e, visto che avevo in mano i fili, anche quella di settembre.


Continua il sal Christmas Alphabet di Prairie Schooler organizzato da Valentina - Lost in cross stitch.
Così come continua la scritta Merry Christmas ricamata con filati DMC su lino bianco, per poi farne dei cuscinetti rifiniti sul retro con le stoffe natalizie trovate a Kreativ di Bolzano.

mercoledì 28 settembre 2011

Autumn blog candy


Ad un Autumn blog candy di Argante non puoi non partecipare, e io quasi me lo facevo sfuggire ....
C'è tempo per lasciare un commento fino al 9 ottobre e poi ci sarà l'estrazione di quello che lei definisce "qualcosa di bellissimo, utile, elegante e autunnale!"

martedì 27 settembre 2011

To give a gift


Da Atmosfera di casa e dalla sua soffitta un piccolo dono per due di noi che verranno estratte.
Lasciare un commento, iscriversi fra le follower (se non lo si è già) e fare un post, il tutto entro giovedì 29 settembre per tentare la fortuna ..... e che fortuna sarebbe vincere ....

lunedì 26 settembre 2011

Sal smaltimento ricamabili


Altro smaltimento sempre grazie a  Valentina - Lost in cross stitch.
Questo asciughino rosso, anch'esso proveniente da Vienna, dalla mitica Mariahilfer Strasse, fa il paio con quello giallo di cui avevo parlato qui.
Lo schema delle gallinelle è di un vecchio numero di Rico Design, schema che mi è sempre stato alquanto simpatico e che finalmente ho potuto ricamare.
Ho raggiunto un bel numero di ricamabili smaltito, alcuni per me, altri per regali, e tutto il gruppo ha deciso di continuare a "smaltire" anche per il 2012 nella speranza, almeno nella mia speranza, di abbassare la pila di ricamabili .... peccato che da Kreativ sia rientrata con altri 3 asciugapiatti da ricamare ....

venerdì 23 settembre 2011

Sal Country Bloomers

Tappa  di settembre del sal JJ - Country Bloomers con il forum La via dei colori
Da ricamare il palo sulla destra con il suo vaso rosso. Piccola dimenticanza: sui rami contenuti nel vaso rosso andavano delle foglioline verdi che non ho ricamato, alla prossima tappa provvedo a recuperare.


Intanto di JJ in JJ probabilmente c'è nell'aria un nuovo JJ per il 2012 ...... vorrà dire che nel tempo avrò una bellissima parete tutta ricamata JJ.

ULTIM'ORA: Si è vero, il palo è quello di sinistra .... sigh non riconosco più nemmeno destra e sinistra ..... grazie Pat, fortuna che ho te!!! 

mercoledì 21 settembre 2011

Sal Family Sampler di LHN - 5


Questa la mia tappa nr 5 del Sal Family Sampler LHN organizzato da Valentina - Lost in cross stitch.
Ma quanto ho tribulato per questo alberello!!
Ho fatto e disfatto un numero imprecisato di volte e alla fine, per venire fuori da un errore che non capisco dove sia visto che contato e ricontato risulta tutto a posto, ho ricamato la riga di quadrettini proveniente dall'albero sull'altro lato .... peccato che alla fine comunque l'alberello non è venuto come il suo compagno.
Adesso via di corsa con la tappa nr. 6 che prevede di finire la mia casetta azzurra dalle luci accese.

martedì 20 settembre 2011

Sunday Sal For Christmas

Secondo appuntamento, un po' in ritardo, con questo Sal particolare ideato da Argante - Il Filo Incantato su schemi Christmas Tree II di The Prairie Schooler.
Ricamato su lino Zweigart color menta, ecco un altro futuro alberello, come nello schema originale; ho anche cominciato a recuperare un po' di stoffine natalizie verdi e rosse per trovare l'abbinamento migliore.
Prossimo appuntamento per fine ottobre con la casetta



domenica 18 settembre 2011

I miei danni a Kreativ

Una scappata a Kreativ di Bolzano non poteva mancare visto che è abbastanza vicina a casa, purtroppo una scappata veloce, sono arrivata tardi ed ho dovuto tornare presto, ma sempre meglio di niente.
Ma, nonostante la velocità, sono riuscita a fare danni, altrochè, non troppi però perchè devo lasciare qualcosa anche per Vicenza.
La fiera non è molto grande, ma da una bella panoramica sull'hobbistica femminile, e in particolare alla decorazione natalizia in questa edizione, direi che è piuttosto "intima", a parte la quantità industriale di gente che c'era, rispetto a Vicenza, ricca di laboratori e di corsi, mi è piaciuta anche per la dispozione degli stand non suddivisi per argomento ma "mescolati" in modo da poter gironzolare vedendo un po' di tutto.
Una favola lo stand di Maria Pia Gaiart, le sue sfilature sono davvero una cosa fantastica, di una bravura esagerata, pochi capi esposti ma superlativi.
Peccato non essere riuscita a fermarmi al punto blogger, ma era tardi e dovevo proprio andare ....
Quello che ho notato è la quantità di stand che si sono muniti di Bancomat fino a poco tempo fa quasi introvabile nelle fiere, che si son fatti furbi anche loro? Naturalmente con la scusa si spende di più .....
I miei acquisti: naturalmente gufi .... e potevano mancare?





E poi stoffe patchwork dai colori vivacissimi e alcuni tagli di lino colorato Graziano






 E per finire, asciugapiatti Graziano con gufi e disegni personalizzati di Parolin .... smaltisco 2 e compero 4 .... bell'affare non vi pare!?!?


sabato 17 settembre 2011

Il cassetto da tipografo

Eccolo!!
Finalmente ce l'ho anch'io!!!
Quanto l'ho cercato, atteso, sperato.
Adesso finalmente ho il mio cassetto da tipografo, in buonissimo stato, da studiare, lavorare, riempire.
Per merito del post di Paola - Smemopaola ho scoperto il blog AnticamenteGPC e nel vedere quel cassetto è stato amore a prima vista.
Passo, lo guardo e penso cosa farne, ho varie idee che mi frullano per la testa ed un'unica certezza: sarà sicuramente blu.
Ma non c'è fretta, noi ricamine sappiamo essere moooolto pazienti.

venerdì 16 settembre 2011

La figlia dell'usuraio

La figlia dell'usuraio di V. A. Richardson è il seguito di "La casa dei Windjammer" di cui avevo parlato qui

Adam Windjammer, dopo la caduta della sua casata, parte per le Indie, alla ricerca della flotta la cui sparizione ha decretato la fine della fortuna della sua famiglia. 
Ad Amsterdam nel frattempo, Jade, la figlia dell'usuraio che ha decretato la rovina dei Windjammer, cerca di liberarsi dalla tirannia del padre che tanto avrebbe voluto un maschio e di fare le proprie scelte indipendenti in un mondo che alle donne nega questa possibilità. Forse fra i due ragazzi aleggia anche un sentimento, ma impossibile per l'odio che divide le due case

E' decisamente più lento e meno scorrevole del libro precedente, anche se comunque godibile.
L'autore ha scritto anche il terzo capitolo "The street of knives" che speriamo venga tradotto, giusto per poter leggere la fine della storia di Adam Windjammer.

giovedì 15 settembre 2011

Soddisfazioni della vita

Avevo 2 cartoline da spedire ad un'amica, che per la pigrizia di cercare i bolli (finiti dove ho acquistato le cartoline) non ho spedito dal luogo di vacanza.
Quando sono stata a casa, le 2 cartoline non se la sentivano più di viaggiare completamente sole in una busta ed allora ecco aggiunta la compagnia: così accompagnate da un biscornu e da una stoffina sono felicemente partite per il Piemonte.


La destinataria, Gisella - Follie creative di Gisella, ha apprezzato ed io sono contenta di averle reso migliore la giornata.

mercoledì 14 settembre 2011

Lui e Lei


Anche quest'anno per il mercatino di beneficenza del mio paese a luglio ho fatto una coppia di salviette in spugna "Lui e Lei".

E' un'idea che ho iniziato lo scorso anno e che ha avuto un buon successo, sono parecchio richieste, ce ne sarebbero volute almeno altre 4 o 5.

Alfabeto e tralci di fiori Rico Design.

martedì 13 settembre 2011

L'atlante di smeraldo

Non è mia abitudine suddividere per età i libri, ma questo è decisamente un libro per ragazzi, un buon libro indubbiamente, ma scritto in modo, secondo me, un po' troppo semplice.
E' il primo libro di una trilogia molto attesa, addirittura c'è chi dice sarà l'erede della saga di Harry Potter, come inizio non è male, ma .... ma secondo me manca qualcosa. 
Bella l'idea dei 3 ragazzi orfani o forse no, particolare l'ambientazione fra un orfanotrofio e l'altro fino ad approdare in questa casa alquanto strana che dovrebbe essere un orfanotrofio ma non ha bambini, carina anche l'idea del libro in cui inserire le foto per ritrovarsi in un altro posto, ma spero che nel secondo ci sia qualcosa di più.
L'autore è comunque riuscito a farmi immedesimare nei personaggi, ho apprezzato l'umanità dei 3 ragazzini, adolescenti o quasi, presi fra le decisioni difficili da prendere e tutte le ansie e le paure del loro essere ragazzi, quindi spero per il prossimo libro in un linguaggio magari un po' più intenso e un trattegio più approfondito di alcuni personaggi lasciati un po' in sospeso.
In definitiva un buon libro di cui posso consigliare la lettura e lasciamo perdere se sia o meno l'erede di Harry Potter e godiamoci serenamente la storia.

lunedì 12 settembre 2011

Sal Country Bloomers


Tappa di agosto del Sal Country Bloomers di Jeremiah Junction con il forum La via dei colori.
Ormai manca poco alla conclusione, ho quasi terminato la tappa di settembre e poi .... davvero poche gugliate e poi potrò finalmente incorniciarlo assieme all'altrettanto amatissimo JJ Birdwatcher.

domenica 11 settembre 2011

Sal Family Sampler di LHN - 4

Questa la mia tappa di agosto del Sal Family Sampler LHN organizzato da Valentina - Lost in cross stitch, mentre già ho preso in mano quella di settembre.
Nello schema la casa era sul marrone, ma a me proprio non piaceva, la mia casa è bianca perchè non ho potuto fare diversamente, ma io l'avrei voluta azzurra e allora perchè non farla proprio azzurra? Ero titubante, ma visto che anche altre componenti del gruppo si sono buttate sul colore, allora ho deciso che azzurra mi piace, mi piace tanto assai!!! E non sembra nemmeno stare male nell'insieme.


sabato 10 settembre 2011

Sal smaltimento ricamabili

Per questa tappa dello smaltimento, la salvietta in spugna con una bellissima farfalla Rico Design fatta per il mercatino di beneficenza del mio paese a luglio.

Inutile dire che è stata apprezzatissima, anche se non dovrei certo essere io a dirlo :)))

venerdì 9 settembre 2011

Il vecchio che leggeva romanzi d'amore


Scritto nel 1989 da Luis Sepulveda, è un romanzo breve ambientato in Sudamerica nella foresta amazzonica ecuadoriana.
Protagonista è il vecchio Antonio José Bolìvar, che vive ai margini della foresta con tutto il sapere accumulato negli anni, portando con se i ricordi di quando era un inesperto colono bianco alle prese con le sue incapacità e le sue insicurezze, il ricordo della moglie attraverso una foto sbiadita, la grande conoscenza passatagli dagli indios Shuar, un incontro casuale che gli ha cambiato la vita e gli ha permesso di sopravvivere all'ambiente in cui vive.
La particolarità di Antonio Josè è che appunto ama leggere romanzi "che parlavano d’amore con parole così belle che a volte gli facevano dimenticare la barbarie umana"; ama leggerli e rileggerli, pensarli e porsi domande, fantastico a tal proposito il suo dialogo fatto di perplessità sull'esistenza di Venezia e le sue vie d'acqua o sul "bacio d'ardore".
L'avevo già letto parecchio tempo fa, ma l'ho riletto molto volentieri, mi è piaciuto di nuovo, è delicato, toccante, poetico.

giovedì 8 settembre 2011

Vinsi un candy

Si riparte, ok! Ma dov'ero rimasta?
Devo fare un po' il punto della mia situazione crocettosa e vedere cosa non ho pubblicato ancora.
Intanto parto dal blog candy vinto da Manu - Le crocette di Manuela, spero non me ne vorrà per il ritardo.
E' stato un regalo tanto inatteso (quando mai io vinco qualcosa!?!?) quanto assai gradito, tant'è che lo schema "8 dicembre" avevo proprio intenzione di acquistarlo .... mi ha forse letto nel pensiero?


martedì 6 settembre 2011

Rieccomi in pista!!

Dal nostro balcone
Finita la mia vacanza, rimessa in sesto la casa, lavato e stirato, ripresi a pieno ritmo lavoro e scuola (i "debitori" iniziano la scuola una settimana prima), ma la nostra settimana ad Anterselva è stata talmente speciale e talmente riposante .... che mi sono riposata davvero!!!
Quanta fatica però rientrare alla normalità, questa settimana di vacanza è stato il toccasana di cui avevo proprio bisogno dopo tanto faticare, ma tornare dall'Alto Adige mi è sempre così terribilmente difficile!!
Il nostro albergo
L'albergo era bellissimo, come sempre pulitissimo e ordinatissimo, e i proprietari di una cordialità davvero squisita, a 5 minuti dal lago e fuori dal paese, la sera era fantastico stare sul balcone e "ascoltare" il silenzio.
E ce la siamo presa comoda, ma tanto tanto comoda, e allora ecco che la colazione tirolese avveniva alle 9 e poi si partiva fra bicicletta, musei e miniere e quando si tornava, dopo la doccia, c'era ancora il tempo per rilassarsi sul balcone giocando a carte o leggendo, poi veniva la cena (e quanto si mangiava bene), un piatto dopo l'altro con la massima calma e naturalmente senza mai saltare il dessert.
Ciclabile verso S. Candido
Ciclabile verso Brunico
Niente stress, poco o nulla televisione, niente corse, tanto relax, sole e nuvole ma pochissima acqua e sempre la sera, e anche la macchina quando poteva se ne stava parcheggiata in albergo o alla stazione del treno, e noi si passavano le giornate in questi panorami meravigliosi, rilassanti al solo guardarli.
Miniera di Predoi
Ed è così che abbiamo pedalato fra prati e boschi andata e ritorno fino a S. Candido e il giorno dopo fino a Campo Tures e ritorno.
Poi siamo andati in Valle Aurina per visitare la miniera di Predoi, il granaio di Cadipietra e il museo mineralogico di S. Giovanni, e naturalmente qui abbiamo fatto tardi, l'unico giorno in cui abbiamo fatto tardi, ma se io e Ale entriamo in un museo è dura farci uscire.


Castello di Campo Tures
Naturalmente una visita al castello di Campo Tures e anche al piccolo centro storico di Brunico e al suo castello con la mostra RiPa di Messner dedicata ai popoli di montagna.
E non scordiamoci del lago di Anterselva con il suo meraviglioso colore verde smeraldo e il sentiero panoramico sulle Vedrette di Ries e Aurina. 
Castello di Brunico

E siamo riusciti anche a fare un salto a Lienz in Austria, in treno, ma la prossima volta ci vado in bici vista la meravigliosa ciclabile che parte da S. Candido (e che poco oltre il confine offre un punto di ristoro Loacker .....) e arriva in centro a Lienz e visto che poi, se non hai voglia di faticare in salita, puoi far salire la tua bici in  treno con te .... più comodo di così .... del resto è un servizio offerto lungo tutta la Val Pusteria, fai il pezzo di ciclabile che vuoi e se poi sei stanco è sufficiente arrivare in stazione dove un treno ogni mezz'ora - ed è proprio puntualmente ogni mezz'ora!! - ti riporta al punto di partenza. 
Valle di Anterselva
Verso S. Candido e l'Austria
Non ho crocettato per nulla, anche se in valigia qualcosa avevo messo per ogni evenienza, ho letto poco, ho fatto pochissime parole crociate, ma ho dato ampio spazio al rilassamento, ho volutamente dimenticato tutti i problemi di casa, personali e di lavoro, ed effettivamente il risultato si vede, mi sento pronta per affrontare tutto anche se non so se poi risolverò tutto, ma almeno ho di nuovo voglia di combattere.
Sistemata casa, sistemato l'ufficio, adesso, per tornare completamente alla normalità, non mi resta che rimettere mano alle mie crocette, ho le  scadenze dei sal che mi aspettano, un paio di schemi che vorrei fare per Natale e poi ho un acquisto un po' pazzo che deve arrivare e che ho fatto grazie ad un post di Smemopaola (grazie Paola era tanto che cercavo dove recuperarlo!!) e che avrà bisogno di tutta la mia inventiva per farne uscire un capolavoro.
Lago di Anterselva
Lago di Anterselva
Lago di Anterselva