lunedì 30 agosto 2010

Un regalo straordinario....

.... e totalmente inaspettato.
Metti un pomeriggio d'agosto, pieno di pioggia e freddo, nuvole basse e ancora pioggia, ma proprio secchiate d'acqua che ti chiedi da dove arrivi tutta.
Ma tu decidi che, nonostante il tempo ti faccia pensare ad un pomeriggio sotto il piumone con un tea caldo, non puoi mancare ad un appuntamento con un'amica e le sue creazioni.

Ed è così che, dopo la lezione di matematica del pargolo, prendi la strada per la val di Fiemme, per l'esattezza si va a Ziano.
Ed è qui che ho appuntamento con Ilaria - La Pecora Rosa, le sue creazioni e le creazioni dell'Associazione La Voce delle donne.


Già l'ambientazione è bellissima, un vecchio e rustico tabià (un fienile)


E poi, di fronte alle bellissime creazioni esposte, potevo esimermi dal fare acquisti?
Impossibile!!
Mi sono trattenuta, ma qualcosa ho dovuto prendere. Ditemi come potevo lasciare solo un angioletto così "angelico"? E i cuori Biedermeier? Le creazioni di Ila, potevo mai lasciarle? E la tegola, che andrà a schermare una lampada nello studio di mio marito?
E posso assicurarvi che avrei comperato altro, molto altro, perchè davvero tutto meritava.


E il regalo straordinario del titolo?

Arriva adesso, poco prima dei saluti, Ila ha pensato bene di donarmi il mio primo pin keep. E' stato un regalo graditissimo, che mi ha emozionato profondamente, che adesso fa bella mostra di se sul mio tavolo di lavoro, ricamato ed assemblato in maniera fantastica, e davvero la foto non rende merito al lavoro fatto.
E sapete il motivo di questo regalo? Tutto è nato al mercatino di S. Massenza dello s
corso anno dove ho conosciuto Ila, cui però avevo taciuto che quel giorno era il mio compleanno; avendolo scoperto per caso sul mio blog, ha pensato bene di rifarsi con questo regalo apprezzatissimo.
Tant'è che per un regalo per me così prezioso, mio figlio ha pensato bene di costruire un cavalletto in puro stile Lego che mi permettesse di tenerlo in bella vista sulla scrivania.
Così adesso ho un bellissimo pin keep sorretto da un altrettanto bellissimo cavalletto che accompagneranno le mie giornate creative.

giovedì 26 agosto 2010

Buone giornate!!

Che settimana!!
Non mi ricordavo il tempo di tornare dall'ufficio e mangiare con mio figlio con la massima calma, decidere cosa fare nel pomeriggio con la massima tranquillità, fare quattro chiacchiere a cena seduti a tavola senza fretta.

Ho deciso che il lunedì pomeriggio sarà dedicato ai conti di casa settimanali, mentre ogni altro pomeriggio, a parte gli impegni scolastici di mio figlio, sarà a mia discrezione.
Ho tante idee per la testa, ma ancora non ho molta voglia di sedermi e pensare, per cui mi ritrovo a bighellonare per casa, facendo qualcosa qui e qualcosa la, ma senza impegnarmi eccessivamente.

E il bello è che non mi sento nemmeno in colpa, ma mi sento finalmente bene, molto bene.

domenica 22 agosto 2010

Ho messo ordine

Innanzitutto nella mia vita.
E stavolta non sono solo buoni propositi, ci sono stati un paio di eventi che mi hanno fatto decidere di passare ai fatti.

Ho terminato i miei impegni con il mio gruppo di beneficienza, ho consegnato gli ultimi lavori alle mie clienti, ho messo in chiaro alcune cose che andavano chiarite con un paio di persone, abbiamo preso una decisione definitiva, forse drastica ma che ci appaga appieno, per la Cresima di mio figlio, e io mi sento molto meglio.
Sono "ben" 7 giorni e mi piace sottolineare che sono proprio 7 giorni che non ho mal di testa, che mi sento meno stanca sfinita e sono meno in difficoltà a ricordare le cose.
Sono arrivata al punto di prendere 2 appuntamenti nello stesso giorno e se non lo notava Ale io nemmeno me ne accorgevo, sul lavoro se non scrivevo tutto facevo una fatica terribile anche solo a ricordare le cose del giorno prima, senza parlare dell'irritabilità legata ad un mal di testa continuo che non passava più con niente.
Adesso sto finalmente migliorando, le difficoltà del mio lavoro e il fatto che non riesco a trovarne un altro, le difficoltà legate al dover finire la casa, non sono passate e non le posso tralasciare, ma almeno non ho più il peso di tutto il resto, l'assillo continuo di non riuscire al meglio nel ricamo, l'assillo di non farcela a seguire le scadenze, l'assillo di dover fare forzatamente qualcosa solo per il piacere degli altri.

E per mettere ordine ho cominciato da qui, dal mio angolo di lavoro.

Ci ho passato 3 pomeriggi assolutamente rilassanti, aiutata da mio figlio abbiamo reso un tavolo totalmente caotico e disordinato in un angolo colorato e piacevole.

Ho messo in ordine e catalogato tutti gli schemi e i libri e adesso la mia vecchia credenza è guardabile; finalmente so quante e quali stoffe ho, quali tovagliette, asciugapiatti e quant'altro ho da ricamare.

Sedersi al mio tavolo adesso è tutta un'altra cosa, non è più un obbligo, è il piacere di stare in mezzo alle cose che mi piacciono tanto.

martedì 3 agosto 2010

Pensieri

Luglio è stato un periodo di pensieri, che si sono rincorsi, accavallati, srotolati.
Non c'è niente come essere impossibilitati a fare la maggior parte delle cose per trovare il tempo di pensare .... per lasciarsi andare a pensare, ad approfondire quelle cose che restano in sospeso dietro le mille corse della vita.

Ho trovato il tempo per fare un po' il punto della mia situazione, della mia salute, delle cose da fare ed ho deciso che a qualcosa devo dare un taglio, momentaneo, ma devo lasciare da parte qualcosa per un certo periodo.

Da aprile è un periodo difficile per il lavoro sia mio che di mio marito, ma mentre mio marito si è ripreso, il mio lavoro invece è ancora altamente vacillante, e questo crea una tensione non da poco, visto che col mio lavoro ci vivo, da aggiungere a tutto il resto dei problemi.

Considerato che lavoro e casa non li posso accantonare, ho deciso che per i prossimi 6 mesi basta lavori su commissione, le mie clienti sono già avvertite che fino al prossimo aprile non consegno più nulla; metto a riposo anche il mercatino del mio paese per Natale, ne riparliamo per il prossimo anno, tanto le problematiche sono sempre le stesse (ne avevo scritto qui), non sentiranno molto la mia mancanza se non quando ci sarà da decidere i turni e nessuno sarà disponibile; minimizzo i lavori per beneficienza, anche se già sono ai minimi storici.
Ho davvero bisogno di togliermi di torno qualche scadenza, qualche obbligo, di togliermi di testa un po' di impegni e dedicare un po' del mio tempo alla mia creatività che negli ultimi 5 anni ha avuto un calo pauroso, me ne rendo conto anche per la difficoltà che ho nello scegliere e mettere insieme i ricami per le mie clienti, sono diventati piatti!

Questo mese di agosto mi vede impegnata ancora con gli ultimi lavori su ordinazione, dopo potrò dedicarmi ai miei Sal, avrò finalmente il tempo per pensare con calma a cosa fare degli swap, a cosa fare con tutte le mie stoffe e gli accessori, potrò finalmente ricamare le tende per il mio soggiorno che da tempo aspettano, potrò finalmente fare tante cose, oppure non fare niente se ne avrò voglia.
Non mi cambierà radicalmente la vita, i problemi di tutti i giorni rimangono, ma avrò almeno la soddisfazione di avere una mente un po' più leggera e, forse, qualche mal di testa di meno.

lunedì 2 agosto 2010

Sal Birdwatcher

La mia tappa di luglio del Sal Birdwatcher.

Fortuna vuole che la lettera A fosse già pronta ed ho dovuto aggiungere solo il cuoricino, mezz'oretta di lavoro ed era già pronta.


E mi piace, tanto, tantissimo, ad ogni lettera sempre di più.


Adesso mi manca il Sal salpin, il ricamo l'ho appena iniziato, sono decisamente in ritardo, ma recupero, se resta il fresco riesco a recuperare.

domenica 1 agosto 2010

Dalla Francia

La busta che aspettavo dalla Francia.
E' qui da me da due settimane.


Ho acquistato alcuni quarter di stoffa da
Pois de Senteur e un cordoncino in lino, che mio figlio sta cercando di accapparrarsi in ogni modo per le sue carrucole varie.
La stoffa è veramente bella, molto morbida e colorata.

Aspetto che mi ritornino le idee e la voglia per utilizzarla.