giovedì 29 luglio 2010

Coloriamo un giorno grigio


Infatti oggi è un giorno grigissimo, con tanta pioggia, poca luce, tanta voglia di rifugiarsi sotto un piumino, ma che con il suo fresco mi ha messo tanta voglia di fare.
Così ho smaltito una marea di mail arretrate, ho giocato a carte con mio figlio nelle due ore in cui hanno tolto la corrente, ho pensato ad un nuovo copridivano coloratissimo, ho fotografato un piccolo acquisto fatto ieri.
Infatti ieri siamo andati da Ikea, sarà, come dicono tanti, che non è poi un gran che, ma io ci trovo sempre un sacco di cosettine interessanti.
In primis la libreria Ivar, legno di pino massiccio, colore naturale, una marea di accessori e io ne ho sparsa per tutta la casa, e poi questo cestino che con i suoi colori ha dato un tono ad una giornata grigia.

Un cestino bianco, alcune stoffe dai colori sgargianti, scatole di latta dai colori solari ed estivi.


La stoffa verde con i grandi pois, diventerà il nuovo copridivano, quando l'abbiamo vista abbiamo pensato tutti e 3 contemporaneamente: il divano!! E allora divano sia, estivo, allegro, colorato.

domenica 25 luglio 2010

Finalmente fresco!

Finalmente il fresco!!
Dopo i temporali di venerdì notte finalmente le temperature si sono abbassate e io torno a vivere.
Basta vegetare fra un mal di testa e l'altro, sono state 3 settimane di tortura, di stanchezza disperata, di malessere continuo e infinito, ma da ieri finalmente respiro.
E adesso posso ritornare a pensare, a lavorare ai miei mille e più progetti.

In questo periodo ho ricamato solo questo, un free di Gazette94, un blog in cui vi invito a curiosare perchè è carinissimo


E oggi pomeriggio finite le incombenze di casa, ho deciso di cucirlo e imbottirlo, così ho un nuovo cuscinetto nella mia collezione.


L'ho ricamato su lino 12 fili bianco della Tessitura Chierese con filati DMC Variations e l'aggiunta di bottoni Butterfly Couture e perline Mill Hill.
Non è ancora perfetto, basta guardare gli angoli, ma va già meglio rispetto ai precedenti e ciò mi fa piacere.

giovedì 15 luglio 2010

Signs of summer

Non amo particolarmente l'estate, anche se abito in un posto fresco, dove anche se di giorno ci sono 34 gradi, la sera e al mattino presto c'è una frescura fantastica, l'afa si sente solo raramente, ma io non amo l'estate.
Odio avere sempre le mani sudate e non riuscire a ricamare, odio la sera con i mille moscerini che ti invadono casa non appena accendi una luce, odio non riuscire a stare al mio tavolo di lavoro per il caldo.

Ma qualcosa dell'estate la amo, questo

Il mio quadretto "Signs of summer" di Bent Creek, ricamato su lino rustico con filati Dmc.

mercoledì 14 luglio 2010

Bavaglie finite!!

Finalmente!!!!
Lo so è un lavoro, lo so me lo cerco io e nessuno me lo impone, lo so, so tante cose, ma ciò non toglie che dopo 20 bavaglie tutte con lo stesso nome, tutte della stessa grandezza, non ne potevo più.

Ecco le ultime foto (e di quella con tartaruga e chiocciola sono pure riuscita a dimenticare la foto)

martedì 13 luglio 2010

Shopping mania

E' proprio una shopping mania.
Ma dopo aver finalmente finito e spedito la valanga di bavaglie e visto che non ho proprio voglia di fare nulla, almeno posso preparare il materiale per il prossimo autunno, nella speranza di trovare il tempo per creare una buona quantità delle idee che mi frullano in testa.



Questo è il primo acquisto, una bellissima serie di charms acquistati da
Paola Puntinipuntini (ma la foto non rende proprio, devo trovare un altro modo di fotografare i charms, così sono proprio terribili).
Ma sono in attesa di un'altra busta ... arriva dalla Francia .... è partita ieri ....

mercoledì 7 luglio 2010

Sal salpin

Non mi sono dimenticata della tappa di giugno del Sal, solo non avevo il tempo per fare le foto.
Ma finalmente ecco la mia tappa di giugno

(Clicca sull'immagine per ingrandire)

Altro cuscinetto, ultimo della serie degli auguri in lingue straniere, stavolta in tedesco.

Andrà sicuramente in casa di un'amica, come me innamorata del blu, ecco il motivo del bordo blu e oro che però non ho ancora avuto il tempo per finire (è cucito solo a metà).

martedì 6 luglio 2010

Giveaway


Partecipo anch'io al giveaway di
Stefy - Angolo del country sperando di vincere questa meraviglia che Stefy ha dipinto per la fortunatissima di turno.

C'è tempo fino a giovedì 08 luglio a mezzanotte

lunedì 5 luglio 2010

Chiacchiere e acquisti

Venerdì pomeriggio, in attesa della lezione di mio figlio, sono andata a Pinzolo a fare quattro chiacchiere con la mia amica Nicoletta, nel suo negozio L'Angolo Magico.
Fra una chiacchiera e l'altra, fra uno sguardo e l'altro a tutte le cosettine molto carine che mette a disposizione delle clienti, mi sono fatta tentare da un pezzettino di stoffa e qualche charms.


Non è che servissero proprio, ma con la scusa di volermi coccolare finisce sempre con qualche piccolo acquisto.

domenica 4 luglio 2010

Fiore di neve e il ventaglio segreto

Libro bellissimo, letto tutto d'un fiato!!
Curiosa di leggere qualcosa dell'autrice, Lisa See, alquanto decantata sulla rivista Il Libraio, ho cominciato da questo libro il cui titolo mi ha incuriosito e ne sono rimasta proprio contenta.

Il romanzo si svolge in Cina nel XIX secolo ma rispecchia molto la situazione attuale delle donne nelle zone rurali, una vita fatta di fatiche, sottomissione e segregazione, con i legami d’amicizia come unica forma di evasione. E attraverso il rapporto di amicizia tra due donne l'autrice ripercorre la vita femminile della Cina rurale dell’800, svelando sentimenti e dolori protetti per secoli da un linguaggio esclusivo e simbolico, il “nu shu”, vergato su preziosi ventagli scambiati fra amiche.
Racconta la storia di ogni donna, il destino era quello di passare dall’ubbidienza ai genitori al servizio della suocera, con l’unica speranza di avere figli maschi e di potere, nella vecchiaia, a sua volta sottomettere le nuore.
Secondo me agghiacciante, la parte dove l'autrice descrive la realizzazione dei "gigli dorati", ovvero la fasciatura dei piedi nelle bambine fra i 3 e i 6 anni, per renderle maggiormente desiderabili agli occhi dei possibili mariti; sofferenza atroce, possibilità di morire, incapacità successiva di camminare correttamente, ma questa pratica era considerata un atto d'amore da parte della famiglia, più piccolo era il piede più possibilità la ragazza aveva di trovare un buon marito socialmente elevato.
Non riesco a vederlo come un atto d'amore ..... ancora ho la pelle d'oca al ricordo di ciò che ho letto.
Se un piccolo appunto si può muovere, il fatto che su alcuni avvenimenti sia stata magari un po' superficiale nella descrizione, ma penso non sia semplice raccontare 80 anni di vita condensati in 300 pagine.

sabato 3 luglio 2010

Silenzio operoso

Questa settimana ho deciso di concentrare le mie forze e soprattutto la mia testa, che da quando è uscito il sole continua a vagare al di fuori di casa, sui lavori da fare e per l'esattezza sulle bavaglie che avrei dovuto spedire ieri, ma che saranno pronte spero per fine settimana (anche perchè non ne posso più di bavaglie ..... ), ma anche e soprattutto sulla coppia di salviette per il mercatino di beneficenza di fine luglio.
Questo è il risultato per "lui"



Per la prossima settimana sto preparando la salvietta per "lei".
Mentre in un paio d'ore libere ho pensato di fare questo


giusto per fare un po' di esercizio con i cuori, che ancora non è che siano al meglio.