sabato 18 dicembre 2010

Week end da urlo

Sono terribilmente in ritardo con la lavorazione dei regali, alcuni sono già arrivati a destinazione, altri sono per strada, altri ancora sono ancora qui in attesa di essere terminati. Ho poco tempo, tante cose da fare fra cui anche il blog, ma faccio davvero fatica a fare tutto .... ho pur sempre solo due mani ed un'unica testa!!!
Ma lo scorso week end ero a Naturno, dove ho festeggiato il mio compleanno nel mio ristorante preferito, quel Wiedenplatzer Keller dove noi ci rifugiamo quando abbiamo bisogno di sfuggire un attimo agli stress, quando vogliamo riappacificarci con i nostri problemi, quindi quale miglior posto di quello per festeggiare un compleanno per me così importante?
Visto dove eravamo, non ci siamo fatti mancare un paio di mercatini natalizi, quello di Glorenza e quello di Merano.
Glorenza è situata sulla strada che porta al passo Resia, è tuttora racchiusa nelle mura medievali ed ha cercato di mantenere anche le case in stile con quei muri spessi e storti, compresi i portici bassi e scuri, che purtroppo in questo caso non erano particolarmente fotogenici visto che erano i depositi delle varie casette del mercatino.
Poi c'è Merano, che è sempre splendida, anche se gli angoli non inflazionati dai turisti ormai sono davvero pochi e bisogna saperli trovare. Il suo mercatino natalizio, che si trova lungo la passeggiata sul fiume Passirio dove sorge la Kurhaus, è molto più carino e accattivante di quello di Bolzano, ma ne è al pari incasinato.
Se devo essere sincera non ho fatto grandi acquisti nei mercatini, a parte miele, salumi e pane del posto, quello che si trova da un parte lo si trova anche dall'altra, sono ormai talmente tanti anni che si va che tutto quello che mi piace l'ho già acquistato. Diciamo che i "danni" maggiori li abbiamo fatti in due splendide librerie fra Bolzano e Merano : quando noi si entra in una libreria dovrebbero darci l'obbligo di consegna della carta di credito .... ma ci sono tanti libri assolutamente fantastici .... e noi siamo pericolosissimi ... vediamo meraviglie su ogni scaffale!!!
Ma soprattutto manca l'atmosfera natalizia!! Dov'è finita? Ma sono io ormai incapace di sentirla?
Ho trovato addobbi, musica natalizia, ogni ben di Dio di natalizio, soprattutto a Merano, ma troppa gente, veramente troppa gente, troppo intenta a correre e spendere, non si riesce più a passeggiare tranquillamente, a fermarsi un attimo senza essere spintonati, senza essere letteralmente spostati, tutti in corsa, tutti affannati, poca educazione e tanta arroganza, e devo dire che la pazienza di chi sta nelle casette è proprio da elogiare, io di fronte a certe maleducazioni non so se sarei capace a stare zitta ...

5 commenti:

Sachertorte ha detto...

Leggere il tuo post mi ha riportato a parecchi anni fa quando per caso abbiamo scoperto la città di Glorenza...nel senso che ci siamo inciampati dentro: è un incanto...io l'ho vista sempre d'estate, ma penso che in inverno sia davvero una località fiabesca! E riguardo a Naturno sai cosa ti dico? Il 29 di questo mese partiamo per le vacanze e visto che abbiamo prenotato a Mittenwald dal 30, pernotteremo proprio a Naturno in un bed & breakfast. Ci domandavamo dove potevamo andare a cena: problema risolto...proveremo questo ristorante e al ritorno di saprò dire....anche se sono sicura che sarà un 10 e lode. Ti dò appuntamento alla prox settimana per gli auguri di Natale! Un abbraccio, Nadia

Sachertorte ha detto...

Margheeeee!!!! Ma sai che sono proprio stordita totale????? Noi pernotteremo a VELTURNO....quando ho detto a mio marito tutta entusiasta di questo ristorante di Naturno...mi ha detto se sono a posto con la testa...da Naturno a Velturno ci sono circa 100 km!!!!!!!! Pensa a che punto sono...altro che sclerata!!!! Un bacione, N.

Loredana ha detto...

Cara Margherita, Glorenza non l'avevo mai sentita nominare, ma dalle foto vedo che è proprio il genere di posto che amo!!
Stare dietro a un banco, qualunque esso sia, è difficile tutto l'anno, non solo a Natale :-(
Miele: ma dalle tue parti esiste quello aromatizzato alla liquirizia? Io lo avevo preso in Germania e me n'ero innamorata, ma qua è introvabile... e passi... ma quando lo chiedono mi guardano come se fossi scema :-(
Un bacio e buon pomeriggio,

Pisi ha detto...

Ribadisco quanto scritto nel mio commento precedente:io mi tresferirei nel Trentino anche.. adesso!
Io adoro girare per mercatini, l'atmosfera e il cibo tirolese, le montagne..
Pisi
P.S. anch'io in una libreria sono indubbiamente e potenzialmente pericolosa!

Il pollaio di Pat ha detto...

ho letto delle tue scorribande e.........so che purtroppo i mercatini sono diventati un casino indescrivibile!!! è il pedaggio che si paga quando si diventa famosi e ormai organizzano da ogni dove i pullman per visitarli e we a tema........
quanto alla maleducazione onestamente ne incontro tanta durante tutto l'anno che non mi stupisce più di tanto che si concentri a Natale!!!
è il risultato della prepotenza e mancanza di rispetto che imperversa in ogni dove....
per il resto che dire :
il tuo albero sarà incasinato ma è magnifico....i tuo acquisti da Opitec mi fanno tanta invidia....i tuoi acquisti in libreria mi farebbero venir voglia di rimettermi a leggere se non fosse che su di me i libri hanno un potent effetto soporifero (e non ne ho proprio bisogno)....e per il resto......
un bacione e un augurio ancora unito ad un sempre riconoscente GRAZIE
pat