mercoledì 30 settembre 2009

Tanti colori, tanti lavori

Settembre, mese di rientro, mese di riepilogo dei miei materiali: cosa manca? E allora ecco i primi ordini, prima di catapultarmi a Abilmente e continuare la stagione degli acquisti.

Casa Cenina, con nastrini, filati speciali e sonagli.



Ma era anche ora del mio ordine americano, allora ecco 123Stitch con la grande macchia di colore dei fili e alcuni schemi Bent Creek dedicati alle stagioni.



Piccolo acquisto che mi ero dimenticata di farvi vedere, acquistato ad Ulm in Germania.

Nel mio angolo verde ci sono un sacco di abitanti, questi 2 spaventapasseri sono gli ultimi arrivati, non sono carini? Una faccina così furbetta ...

lunedì 28 settembre 2009

Ricominciamo!!

E' proprio autunno!!
Durante il giorno fa ancora caldo, ma da un paio di giorni a questa parte l'aria è cambiata, al mattino e alla sera è fresca, sa di muschio, si sente il profumo della legna nelle stufe, soprattutto al mattino c'è quel leggero grigio all'orizzonte, chiaro segno di una stagione che cambia.
Ma è autunno anche perchè la nostra vita riprende i binari di sempre, il lavoro ritorna ai suoi soliti orari, le scuole sono iniziate, sono tornate le tranquille abitudini serali.
Che bello, quando la sera, dopo aver chiuso le finestre ci ritroviamo sul soppalco, io con il mio ricamo, Ale con un libro in mano, Mauri al lavoro sul computer, la musica in sottofondo che ci accompagna, cose impensabili d'estate, dove invece si cerca di godersi l'aria aperta, il nostro balcone.

E' cominciata anche la nuova avventura di Ale, quest'anno è liceo scientifico, è una nuova avventura che promette nuove materie, cose più interessanti, forse anche meno problemi rispetto alla scuola media. Come inizio d'anno devo dire che è stato assolutamente positivo, abituata alle battaglie delle tre medie per il diritto di poter studiare se mi piace, non mi sembra vero di vedere Ale andare a scuola rilassato, trovarsi con i compagni senza le solite battaglie, senza sentirsi aspramente criticato solo perchè gli piace studiare.

Hanno creato una classe con una ventina di alunni tutti con una media di studio medio alta, hanno inserito due ripetenti, ma nell'insieme è una classe omogenea, ognuno porta avanti il suo modo di vivere la scuola senza problemi, chi studia di più, chi di meno, chi è più espansivo, chi più riservato, chi più impegnato, chi meno, ma sempre nel rispetto degli altri.

Almeno per adesso, e spero che duri, basta con le battaglie che Ale ha dovuto affrontare durante le medie, basta stargli addosso a parole e a fatti perchè studiando fa fare brutta figura agli altri, perchè deve sempre farsi interrogare, anche quando i professori non vogliono, però non deve rispondere bene ma non deve nemmeno rispondere male, spero davvero che questa storia sia chiusa una volta per sempre.
E' anche il momento di cominciare a pensare per il Natale, non solo per i lavori di ricamo, ma ci sarebbe un progettino per fine anno a Piombino o Roma, Ale perora la causa spudoratamente visto che, dopo il mio racconto, non vede l'ora di vedere Roma e i suoi "sassi", vediamo, cominciamo a pensare, a pianificare, a fare un preventivo di spesa ..... non so, è ancora presto, ma si sa che chi ben comincia è a metà dell'opera ....

sabato 26 settembre 2009

Dov'ero rimasta

Dov'ero rimasta prima delle mie vacanze e prima di questo mese di settembre in cui tutto è ricominciato.
E' stato un mese non propriamente tranquillo, t
utto è ricominciato e tutto ha dovuto essere riorganizzato, ma nonostante sia un po' incasinato alla fine mi piace settembre, con i primi giorni freschi, il riprendere certe abitudini come il ricamo dopo cena, una vita che, nonostante tanti impegni, prende un ritmo un po' più tranquillo.
Questi alcuni lavori che ho consegnato ancora ad agosto: delle salviette da bagno




un corredino per l'asilo






Ma ho trovato il tempo anche per preparare un regalino per la mia amica Paola
Filati speciali, un asciugapiatti in spugna e, irrinunciabili, spilli e bottoni dell'altra inimitabile Paola.

martedì 22 settembre 2009

E' stato fantastico ....

E' stato fantastico!!!
Una meraviglia di week end!!!

Stare in compagnia di persone come quelle che ho frequentato in questo week end è veramente rivivere, rilassarsi, lasciare da parte i problemi, chiacchiere, tante, allegre, serie, divertenti, ma mai banali.

Forse avrete capito che mi sono divertita, è stato uno degli week end più azzeccati in assoluto, e infatti il ritorno è stato un po' duro, ma ne valeva la pena.

Innanzitutto il "mio concerto", i miei amatissimi Pooh, i "nonnini", che sono stati bravissimi, travolgenti, mitici come sempre, ma con una particolarità, li ho visti meno seri e compassati del solito, sembravano ragazzi all'ultimo giorno di scuola, quando ormai quello che era fatto era fatto e potevano finalmente lasciarsi andare. Io e Paola, "due ragazzine" a cantare a squarciagola, a spellarsi le mani, in mezzo ad un palasport stracolmo di persone di tutte le età felici di essere li, spensierate come non ci accadeva da tempo e forse si vedeva anche, ero felice, felice, felice!!

E poi Roma, caotica e bellissima, era la mia prima volta a Roma, già l'arrivo alla stazione Termini, decisamente non è Trento!!!, ma poi la full immersion nel suo traffico, impressionante!!! E io che mi lamento del traffico dei turisti qui in valle ..... non so se ce la farei a guidare nel suo traffico, io abituata alla mia guida tranquilla, a qualche piccola coda a Trento ma solo in orario di punta, guidare dove tutti passano da ogni parte, dove i motorini stanno in ogni buco .....
Eppure è bellissima, Claudio e Debora mi hanno fatto fare un breve giro in macchina dei monumenti più importanti e, nonostante li abbia visti solo così in corsa, devo dire che mi hanno emozionata, mi hanno lasciato la voglia di tornare.
E poi, ciliegina sulla torta, l'imprevisto sotto forma di due nuovi amici, mai avrei pensato, accipicchia ma tutti i miei amici sono così lontani .... Claudio e Debora che ci hanno così gentilmente ospitate nei nostri 2 giorni romani, ci hanno portate al concerto, ci sono venuti a prendere, dopo il concerto fin dopo le 3 a parlare di tutto davanti ad un chinotto e una fetta di pane e marmellata, e poi la mattina dopo a chiacchierare di tutto quello che ci veniva in mente, fino al momento di accompagnarci in stazione; è stato piacevole scoprire due persone così amanti dei libri, appassionate di computer e di tante, tante altre cose, due artisti, si penso di avere più di un motivo per tornare a Roma ....

Dopo la notte passata nella nuova casa di Paola, partenza da Firenze per Trento.
E' stato un week end bellissimo ed io ero felice, felice, felice, un concerto da favola, una città bellissima, dei nuovi amici, il rientro un po' difficile? ma cosa vuoi che sia di fronte a tutto quello che ho avuto in questi 3 giorni!?!?

giovedì 17 settembre 2009

Ultimi scorci di vacanza

Tempo brutto, anzi bruttissimo, neve in alta quota, stufa accesa, ma per me è ancora tempo di ferie.
Complice una voglia di staccare da tutto e da tutti, complice un fondo di insoddisfazione, di voglia di fare qualcosa di diverso, complice un ultimo concerto dei nostri amatissimi Pooh, fatto sta che io e la mia amica Paola abbiamo deciso, per la verità già da parecchio tempo, di farci un week end a Roma, io e lei sole, senza figli, senza mariti, voglia di riprenderci dopo tanti anni un po' di spazio solo per noi.
Devo dire che questa mia decisione ha spiazzato non poche persone di mia conoscenza, dopo 20 anni di matrimonio, dopo che per 20 anni ho sempre lasciato me stessa dietro alla famiglia, al lavoro, alle convenienze varie, a tutto quello che era sempre più urgente di me, è finalmente arrivato il momento di fare qualcosa per me, solo per me.

E allora ben venga un concerto eccezionale lontano da casa, un'amica che dopo tante tribolazioni ha bisogno anche lei di una boccata di ossigeno, viaggio in treno giusto per poter chiacchierare con tutto comodo, viaggio in prima classe perchè per una volta vogliamo trattarci bene, si parte sabato e fino a lunedì libera uscita!!!


Ma nonostante il mio pensiero sia ormai tutto e solo per il mio viaggio, non posso però dimenticare una carissima amica,
Cetty di Ventiquattrore che lancia il suo blog candy, irrinunciabile parteciparvi, nonostante i mille impegni.

martedì 15 settembre 2009

E' iniziata la scuola!!!

Ieri è iniziata la scuola!!
Per mio figlio prima liceo scientifico, avventura tosta, così dicono.


Io: finalmente!!!

Ale: ma devo proprio!?!?

La partenza comunque è stata decisamente buona: compagni piacevoli, primi professori OK, scuola bellina, viaggio in corriera comodo.

Speriamo in bene, l'anno è bello lungo, ma se si comincia bene forse siamo già a metà dell'opera.

mercoledì 9 settembre 2009

E alla fine .... un parco divertimenti


Ma questo castello qual'è?
Questo castello l'abbiamo incontrato l'ultimo giorno della nostra vacanza, il giorno forse più apprezzato da Ale, il giorno in cui ha dormito nel Lego Holiday Village e s'è fatto il pieno di mattoncini ...

Il venerdì è stato il giorno di Legoland, peccato solo che sia stato il giorno con il tempo peggiore di tutta la settimana.

Sveglia presto, prestissimo, dobbiamo spostarci presso il parco, prendere possesso della camera nel village, entrare nel parco, fare chilometri e chilometri su e giù per le attrazioni, e poi ci sono le compere, mesi di risparmi su mance e giornalini per potersi comperare le ultime novità Lego.


Fortuna ha voluto che il tempo abbia retto almeno al mattino, questo ci ha permesso di usufruire di tutte le attrazioni possibili, mentre nel pomeriggio un acquazzone dopo l'altro ci ha "costretti" all'interno dei negozi.


Mi piace il parco di Legoland, non è enorme, ci sono attrazioni varie, ma anche tanto spazio per passeggiare tranquillamente, quest'anno poi ho particolarmente apprezzato il verde della Miniland, ovvero alcune città europee tutte fatte di Lego - fra cui Venezia è davvero spettacolare per la cura dei particolari - immerse fra queste piante che quest'anno hanno raggiunt
o la dimensione forse più bella.

Anche il Lego Holiday Village è proprio una bella trovata, per i ragazzini è il massimo, giusto le due camere con un bagno e una piccola veranda, ma poi sparsi per il villaggio ci sono tanti posti a misura di ragazzo; noi abbiamo scelto espressamente le casette "Racers", ma ci sono anche i pirati, i cavalieri e l'avventura, se vuoi c'è anche la tenda medioevale (ma visto il tempo e il vento, preferisco la casetta ....). Poi con 5 minuti di passeggiata nel bosco entri nel parco e via al divertimento.


La mia vacanza è finita qui, il sabato mattina visto il tempo decisamente brutto e freddo, abbiamo deciso di rientrare subito, scelta una strada che ancora non avevamo percorso ce ne siamo tornati in Italia.
Che dire? Che mi è piaciuta la vacanza? Si, decisamente si, è stata una vacanza molto più tranquilla di altre, ci siamo posti come unico obiettivo quello di rilassarci e ci siamo riusciti, questo è tutto quello che volevamo.
Siamo tornati anche stavolta con un po' di magone, di tristezza, ma con la certezza che, finanze permettendo, il prossimo anno si torna a visitare un altro pezzo di Baviera.

martedì 8 settembre 2009

Il mio tranquillo vagare

Un'altra tappa del nostro tranquillo vagare: Ulm e la sua cattedrale, talmente alta da non riuscire a fotografarla tutta.
Peccato che il sole sia spuntato solo nel tardo pomeriggio, altrimenti mi sarebbe piaciuto salire fino alla cima della guglia più alta, più di 750 scalini per poter godere di un paesaggio spettacolare e mozzafiato, compreso di Alpi e pianura germanica.
Una particolarità che mi ha colpito: i banchi della chiesa, oltre ad avere il riscaldamento ad ogni banco, hanno lo schienale che si sposta avanti e indietro, in modo che se c'è la messa importante ti puoi sedere rivolto all'altare maggiore, mentre se la funzione è meno importante, sposti lo schienale e ti siedi rivolto verso un altare minore.
Ricca di vetrate dai colori sgargianti e di statue, abbiamo avuto la fortuna di esserci allo scoccare del mezzogiorno, ora in cui l'organista concede un piccolo concerto per organo di mezz'ora dedicato a Bach, non si poteva farsi scappare una simile occasione in un simile contesto: bè altro che il mio stereo, questo si che è ascoltare musica per organo!!!
Finito il concertino, ci siamo immersi nelle vie minori, quelle meno turistiche, quelle, secondo me, più spettacolari e più ricche di spunti, basta vedere le foto per rendersi conto di quali case meravigliose ho incontrato.
Bellissima anche la Rathaus, completamente decorata e poi il Danubio, placido, ma non poi troppo, con il suo traghetto a mano dedicato a bici e viandanti che vogliano fare un attraversamento del fiume un po' speciale.

Che non mi è piaciuta, e nemmeno l'ho fotografata, la biblioteca comunale, Stadtbibliothek, un enorme piramide di vetro all'interno del centro storico della città.

Ulm, bella, ho apprezzato particolarmente le sue case, ma in fondo non mi ha lasciato grandi emozioni, mi ha dato la sensazione di essere un po' freddina, non mi sono sentita trasportare nel suo mondo, mi ha lasciato sul bordo a vagare ...
Ma il mio diario di viaggio, se vuoi, non finisce qui ....

lunedì 7 settembre 2009

Si riparte!!!

E si, le vacanze sono finite!! Che peccato!!
Sono stata in Germania una settimana, ma adesso sono felice anche di essere tornata nella mia casa, dopo un po' la mia casa mi manca, ma soprattutto mi manca il "mio" cuscino, i cuscini tedeschi per chi soffre di cervicale come me sono un disastro: devo decidermi a portarmi dietro il cuscino ....

Una vacanza decisamente tranquilla, rilassante, dettata dal motto "non abbiamo voglia di fare nulla!!" e da qui niente corse, niente orari, solo un vagare lie
ve e sommesso, su cose già viste, ma che ancora ci danno tante emozioni.
Abbiamo dormito qui, a Ursberg, nella Klosterbrauhaus
e poi, con grande felicità di mio figlio, anche qui, nel villaggio vacanze di Legoland
Un giorno a Monaco: è sempre splendida, viva, un'atmosfera ricca di sensazioni, di profumi così d
iversi dai nostri, così ordinata nonostante la marea di gente. Tanti ragazzi, tante bici, gente, tanta gente, lingue varie, ma appena fuori dalla zona centrale e turistica: pace, silenzio, suoni ovattati. Adoro le sue birrerie, così sempre piene di gente, di ogni colore e lingua, ad ogni ora del giorno, infatti tappa obbligata ogni volta che si tocca Monaco è la Hofbrauhaus, birreria storica e forse la più frequentata della città, atmosfera tipicamente tedesca, assolutamente fantastica.
Ho girato parecchie città, ma Monaco resta speciale, sarà perchè è città universitaria e quindi sempre piena di giovani, sarà perchè ha una marea di musei, uno più bello e interessante dell'altro, che le danno un'aria sapiente ma senza essere superba, sarà per il suo ordine e la sua pulizia, non so, so solo che è "speciale".

In un giorno nuvoloso, mi sono rasserenata facendo un saltino a trovare il "mio" castello, naturalmente Neuschwanstein, lui così maestoso, assolutamente favoloso, romanticissimo, anche se un po' carico di turisti, ma tant'è che chi passa di qui non può non fermarsi e farci una visita. Merita comunque senz'altro anche il castello di Hohe Schwangau, meno famoso, meno sfarzoso, ma altrettanto bello.

Nel nostro vagabondare abbiamo sempre cercato di utilizzare strade secondarie - strade con pochissimi indispensabili cartelli stradali a dispetto della selva che invece trovi qui in Italia - proprio per godere appieno dell'atmosfera bavarese, piccoli paesi dalle case col tetto a punta, campi ordinatissimi, boschetti sparsi qua e la e poi falchetti, caprioli, lepri, proprio a lato della strada. Ma la cosa più simpatica è quando trovi un campo pieno di fiori ed a lato un cartello "Blumen" con sotto la cassettina e il listino prezzi, poi vedi le signore del paese che vanno nel campo, si raccolgono i fiori e poi lasciano l'importo nella cassettina.


Mi piace la Germania, non so se riuscirei a viverci perchè amo tantissimo anche l'Italia, però a volte vorrei che qui in Italia si fosse un po' meno furbetti e un po' più corretti, un po' più ordinati, vorrei poter incontrare più spesso la cortesia e l'educazione verso il turista che trovo sempre quando mi sposto fuori dai nostri confini.


Il viaggio non è ancora finito, altrimenti che vacanza sarebbe ..... continua al prossimo post.