domenica 26 aprile 2009

Quante cose ....

Che periodo!
Tanto lavoro, tanti pensieri, tante idee, tante cose fatte, tante cose nuove da fare, è stato un periodo davvero molto intenso e tutto grazie a 2 giorni di vacanza, 2 soli giorni lontano dal mondo e sono rinata.
Non c'è niente come poter pensare nella calma e nella tranquillità per risolvere cose che nella frenesia di tutti i giorni ti sembrano insormontabili; in queste occasioni anche mio figlio sembra prendere un andamento un po' più lento e meno casinista.
Mi sono riappacificata con i lavori su commissione, e questo per me è già un enorme passo avanti, ultimamente li ho vissuti come un peso, dopo tanti anni felici dell'opportunità che avevo, adesso non li sopportavo più, non avevo più entusiasmo e lavorare bene era diventato una fatica immane, quante volte ho cercato di dimenticarli, tranne poi dover fare notte per finirli in tempo.
Riappacificazione è stato forse il mio leit motiv di questo week end di Pasqua: in famiglia, finalmente sembra tornato il sereno, e speriamo bene che duri; con mia madre, che non sentivo da mesi e che non sopportavo di sentire; con il gruppo di beneficienza, da cui mi stavo allontanando per banali problemi personali; con la mia casa, che non mi piaceva più, ci vorrà ancora parecchio per finirla, ma non è sua la colpa dei nostri problemi, vorrà dire che la ristruttureremo prima di averla finita.
Adesso sono più tranquilla, i problemi non sono certo scomparsi, ma io sono di nuovo pronta ad affrontarli.

Mi chiedo: possibile che debbano succedere delle disgrazie per farci ragionare? Per farci capire quanto alcuni di noi siano davvero fortunati?

Nessun commento: