lunedì 2 marzo 2009

Abilmente

Ecco qua l'esito della mia toccata e fuga a Vicenza, un paio d'ore libere e quattro salti fra gli stand, non è questo il modo di andare in fiera, ma tant'è che è tutto quello che sono riuscita a ritagliarmi.
Quindi niente incontri, che peccato, non ho nemmeno potuto fermarmi allo stand di Paoletta, ne riparliamo ad ottobre.Un paio di nastri Vaupel acquistati al Telaio Povolaro (dove sono di una gentilezza veramente esagerata), del lino Riviera dei Flli Graziano, un appendino con una coppia di ricci (gufi, civette e ricci in casa mia abbondano), gli immancabili schemi Rovaris, ma più di tutto mi son fatta tentare da due gufetti di panno da assemblare, erano li che ti guardavano con quegli occhioni .... come facevi a non prenderli .....
Quasi nemmeno 2 ore, ma intense, dove ho visto di quelle meraviglie che ti fanno solo venir voglia di fare, fare e ancora fare.

Mi chiedo: come si fa ad annoiarsi?

Noia? Qui da me è inesistente....

4 commenti:

Annalisa ha detto...

i avuto tanto tempo, ma sei stata bravissima a sfruttarlo nel modo migliore, bellissimi tutti i tuoi acquisti!!

tarta ha detto...

belli questi acquisti ^_^
i gufetti me li sono persi ma anch'io ho preso dei rovaris

tarta ha detto...

p.s. com'è la lettrice bugiarda? vale la pena di comprarlo?

manu ha detto...

grazie per la visita Margherita! hai centrato il punto, il senso di vuoto, quindi si MODIFICA a gogo' ehehehehehhe . ho visto i tuoi acquisti a Vicenza..ti lamenti perche' hai avuto solo un paio d'orette...BEATAAAAAAAAA TEEEEE io non so che darei anche per un solo paio d'orette! ma mi è cosi' lontana che ogni volta , sconfortata devo rinunciare!!
manu