venerdì 26 dicembre 2008

Bianco Natale

E così dopo 5 anni di attesa abbiamo avuto il nostro bianco Natale, insomma la neve proprio il giorno di Natale è tutta un'altra cosa, da un tocco speciale a tutto.
Per me è stato un Natale un po' turbolento, ma sono contenta quando queste turbolenze portano a qualcosa di costruttivo.
Ho cominciato ammalandomi domenica, tutti i miei piani per fare qualcosa in casa sono saltati, ho passato 3 giorni a tossire, starnutire, soffiare il naso, avrò dormito si e no 10 ore in tutto, ero sfinita, ma alla vigilia ho cercato comunque di dare una parvenza di ordine alla casa, ho organizzato comunque un pranzetto, leggero ma piacevole, tanto a Natale eravamo nella nostra casa con tutta la sua pace e tranquillità.
Ma quest'anno c'era qualcosa in agguato, era già un po' che ero arrabbiata con i miei due uomini che mai trovano il tempo per un regalino, ero stufa di aprire sempre pacchetti comperati da me, fatti da me, regali che non sapevano di niente, che sapevano di già conosciuto e la sera della vigilia è scoppiato il "mago", sotto l'albero c'erano regali per loro e nulla, dico nulla, per me; abbiamo fatto una bella litigata comune (complice anche la mancanza di sonno che mi rende moooolto irascibile), anche perchè mi bastava una caramella, ma che portasse il mio nome e fosse ideata e pensata da loro, non da me per me a nome loro, per me il regalo è pensare alla persona a cui andrà, per me nessun regalo è mai sgradito (anche se magari non incontra proprio il mio gusto) perchè vuol dire che questa persona ha pensato a me e questo è già un bel regalo.
Ma il bello è arrivato la mattina di Natale alle 8,30: squilla il telefono, tutti dormono, naturalmente tocca a me alzarmi a rispondere ad un telefono che non smette di suonare, so già chi è, ogni anno da 18 anni a questa parte è sempre così e non c'è verso di farle capire qualcosa.
La mia voce addormentata risponde un pronto che arriva dall'aldilà, dall'altra parte "Dov'è mio figlio?", rispondo "un attimo che te lo chiamo" - ma non scrivo cosa mi è passato per la testa in quei pochi secondi, mi farebbero chiudere il blog -, "ma stavate dormendo?" e io "Già!", "mi spiace, auguri ne" e io "si, si grazie, anche a te" e le ho passato l'amatissimo figlio che non ha nemmeno sentito il telefono, che ho dovuto chiamare due volte per farlo andare al telefono, che avrebbe preferito mille volte dormire.
Questa la mia cara suocera, possibile che non capisca di piantarla di fare gli auguri di prima mattina? E quest'anno è andata bene che erano le 8,30, perchè in anni passati sono arrivati anche alle 7,30 di mattina!
E tutto questo per una conversazione di questo tipo: mio marito "allora come stai?" risposta, "e gli altri come stanno?" risposta, "allora stai bene?" risposta, "allora auguri ne" saluti; una conversazione così non poteva attendere almeno le 10?

La differenza con gli anni scorsi è che mi sono stufata di essere diplomatica e rispondere che no, non disturbava, stavolta nel mio "Già!" c'era tutta la mia irritazione di essere stata svegliata per nulla, c'era tutta la mia stanchezza dell'ultimo anno, degli ultimi giorni senza dormire, c'era tutto il mio essere stufa di fingere che ci si voglia bene quando è tutto falso, quando a nessuna delle due importa nulla dell'altra, c'era tutta la mia rabbia per come mi ha trattato sgarbatamente al funerale del marito e tutto solo perchè io ed il suo amatissimo figlio abbiamo deciso di vivere la "nostra" vita e non quella pianificata da lei.


3 commenti:

Cetty ha detto...

Cara Margherita, anche stavolta sono perfettamente in sintonia con te, e' l'idea stessa che qualcuno e' uscito per cercare qualcosa da donarti che riempie il cuore di coccole e calore. Quando cio' non avviene, anche a me ogni tanto capita che il figlio non ci pensi, mi sento totalmente sola sulla faccia della terra. Riflettendo spesso mi dico che e' colpa mia, dare prova di troppa, per quanto obbligata e forzata, autosufficienza, fa dimenticare loro che anche noi abbiamo bisogno di un semplice pensiero. Che dici, proviamo a fare le "svenevoli"? Di solito sono quelle piu' considerate!
Guarisci presto
Cetty

Puntini ha detto...

Hai fatto benissimo con tua suocera! :-)))))
Se proprio vuoi fare tombola, il prossimo anno...sposta "accidentalmente" la cornetta, almeno fino alle 10 del mattino :-D

Paola.

marypoppins ha detto...

condivido tutto con le ragazze sopra del condominio!
........*..lovel...*
.....*..lovelovelo...*
...*..lovelovelove....*
..*.lovelovelovelove...*................*....*
.*..lovelovelovelovelo...*.........*..lovel....*
*..lovelovelovelovelove...*....*...lovelovelo.*
*.. lovelovelovelovelove...*....*...lovelovelo.*
.*..lovelovelovelovelove...*..*...lovelovelo...*
..*...lovelovelovelovelove..*...lovelovelo...*
...*....lovelovelolovelovelovelovelovelo...*
.....*....lovelovelovelovelovelovelov...*
........*....lovelovelovelovelovelo...*
...........*....lovelovelovelove...*
...............*...lovelovelo....*
..................*..lovelo...*
.....................*.....*
......................*..*
buon 2009
mary